Crea sito

Standing ovation

Spread the love

Il video che invito tutti a visionare, mostra un intervento da parte di Riccardo Molinari al Parlamento, un video da standing ovation per la forza espressiva rimessa, un intervento che rimarrà nella storia della Repubblica per chi si sente come me coinvolto, può far solo che crescere l’orgoglio di essere italiano trovando un italiano vero che nel suo intervento dice quel che direi io al pubblico lì presente ad averne l’occasione, un pubblico che oggi come oggi è l’espressione massima del dileggio che si può portare a chi con fatica e spesso non arrivando a fine mese, paga stipendi esorbitanti voluti da politici precedenti perché i stessi politici non potessero vendere i loro servizi a chicchessia, quando invece questi continuano a farlo con strafottenza totale di chi paga loro non solo gli emolumenti ma anche tutte le prebende aggiunte e questo con disprezzo totale che non fanno altro che dimostrare verso la cittadinanza tutta.

da notare la faccia nervosa del nuovo ministro dell’interno, quella strafottente del premier e quella del nuovo e inutile titolare della farnesina, cosciente di star facendo una figura di merda che un quarto basta…

Cosi ci troviamo sui scranni che contano, soggetti viscidi come l’abusivo premier Conte o il bibbitaro Di Maio, quest’ultimo ha dimostrato di non essere certo cambiato sei sentimenti quanto negli intenti ancora meno nelle azioni, semmai dimostrando che misero era e misero è rimasto.

Questo è quanto mi piace ascoltare quando chi parla dimostra di avere le “palle” più che interessi personali e internazionali, per questo e non per altro voterò Lega quando ci saranno libere elezioni e chiederò l’estinzione del PD come fu fatto giustamente per il Fascismo, chiederò e non sarò certo il solo… il ripristino dell’Alto Tradimento in Costituzione a chi prenderà in mano il nuovo governo, fortunatamente sono nato libero da ogni oppressione e come tale voglio morire! Confidando che, chi ha tradito, faccia la sua giusta fine e non fa differenza di chi sia come uomo, mezzuomo, donna, piglialoinculo o quaqquaraquà davanti al plotone di esecuzione, la stessa fine auspico facciano le loro famiglie che si sono cibate e servite con denaro guadagnato con l’infamia espressa palesemente dal loro congiunto, il quale agendo come un viscido amministratore della cosa pubblica, agendo come nemico in casa nostra, merita la fine precedentemente auspicata, ora e sempre.


Per leggere altro torna in prima pagina

Print Friendly, PDF & Email